CoronaVirus Verbano Cusio Ossola in zona rossa da oggi 8 marzo fino al 3 aprile. Le regole da rispettare ! Stampa
Scritto da Administrator   
Domenica 08 Marzo 2020 09:18

CoronaVirus Verbano Cusio Ossola in zona rossa da oggi 8 marzo fino al 3 aprile. Le regole da rispettare !

Il testo completo del Dpcm 8 marzo 2020 contiene ulteriori misure per il contenimento e il contrasto del diffondersi del virus Covid-19 sull’intero territorio nazionale. Il decreto definisce il divieto di ingresso e di uscita dalla Lombardia e da 14 province di Modena, Parma, Piacenza, Reggio Emilia, Rimini, Pesaro e Urbino, Venezia, Padova, Treviso, Asti, Alessandria, Vercelli, Novara e tra queste anche il nostro meraviglioso Verbano Cusio Ossola.

Ecco le misure urgenti per il contenimento del contagio, in sintesi 18 punti del Decreto da rispettare per vivere nella zona rossa con i suoi divieti e limitazioni.L'avvertenza di base è quella di evitare assembramenti e di mantenere la distanza minima di un metro tra le persone. Per il testo completo CLICCA QUI

a) Evitare ogni spostamento delle persone fisiche in entrata e uscita dal territorio, nonché al suo interno, salvo emergenze o comprovate necessità, di lavoro o di salute. È comunque consentito tornare alla propria residenza. In sostanza: tutti a casa se non necessario.

b) A chi ha problemi respiratori e febbre sopra i 37,5°, è fortemente raccomandato restare a casa e di informare il medico curante.

c) chi è in isolamento domiciliare, quarantena, ha il divieto assoluto di uscire di casa.

d) è vietata qualsiasi manifestazioni sportiva, all’aperto o al chiuso, di ogni disciplina. Sono esclusi dal provvedimento i professionisti e gli atleti di categoria assoluta (olimpionici), che hanno l’obbligo di essere seguiti da un medico che ne certifichi lo stato di salute.

e) i datori di lavoro pubblici e privati sono invitati a far smaltire ferie e congedi ai dipendenti.

f) sono chiusi tutti gli impianti sciistici.

g) stop a tutte le manifestazioni organizzate, pubbliche e private culturali, ludiche, sportive, religiose e fieristiche. Sospesa l’attività di cinema, teatri, pub, scuole di ballo, sale giochi, sale scommesse, sale bingo, discoteche e locali assimilati.

h) sospese tutte le attività didattiche e formative, dall’asilo nido ai corsi universitari, passando da quelli formativi, anche privati. L’unica eccezione è per i medici e per il personale sanitario. Sono sospese “le riunioni degli organi collegiali”.

i) sono vietate tutte le cerimonie religiose: messe, matrimoni e funerali. È consentito l’accesso ai luoghi di culto purché si rispetti la distanza di un metro.

l) chiusi musei e luoghi della cultura.

m) sospesi tutti i concorsi, pubblici e privati, a meno che non si tengano solo sui curriculum o a distanza. Sono consentiti quelli dei medici.

n) le attività di bar e ristorazione possono aprire dalle 6 alle 18, purché si rispetti il metro di distanza. L’infrazione può determinare la sospensione della licenza.

o) tutte le altre attività commerciali possono stare aperte ma devono adeguarsi alla distanza di un metro tra i clienti ed evitare assembramenti.

p) sono sospesi i congedi ordinari del personale medico e tecnico della sanità.

q) le riunioni, anche quelle delle strutture socio-sanitarie e di emergenza, dove possibile si tengono per via telematica o, se di persona, mantenendo le distanze di sicurezza tra le persone.

r) nelle giornate prefestive e festive sono chiuse le medie e grandi strutture di vendita, gli esercizi interni ai centri commerciali, e i mercati. Nei feriali va mantenuto il metro di distanza. Sono esclusi dal provvedimento farmacie, parafarmacie e alimentari.

s) chiusi palestre, piscine, centri sportivi, benessere, termali (tranne che per cure sanitarie), culturali sociali e ricreativi.

t) Sospesi gli esami medici per il rinnovo della patente, prorogata d’ufficio.

A queste misure, che restano in vigore sino al 3 aprile, si aggiungono le altre -quelle già in vigore da noi- estese a tutta l’Italia. Il compito di diffonderle e verificarne l’applicazione è demandato al prefetto con l’ausilio di forze dell’ordine, vigili del fuoco ed esercito.



CoronaVirus Verbano Cusio Ossola in zona rossa da oggi 8 marzo fino al 3 aprile. Le regole da rispettare !