Cheggio - Album fotografico Stampa

CHEGGIO

Cheggio  -  Anno 1917

Cheggio è uno degli angoli più belli e ridenti della valle, con lo sfondo dominato a sinistra dal Pizzo d'Andolla (3654 m) e dal Weissmies (4023). Le vecchie baite sono state costruite con un sasso scuro detto " frign " proveniente dal Pinzzo Montalto che domina l'agglomerato urbano. Adiacente al piccolo oratorio c'è un finieli dove ogni alpigiano portava una carica di fieno che in primavera veniva messo all'asta per la necessità della chiesa. Per aumentare la superficie dei pascoli, nei tempi passati si è proceduto a raccogliere i sassi ammucchiandoli o utilizzandoli per la costruzione di piccoli muretti.

Da Cheggio si può arrivare in auto fin presso lo sbarramento della diga Cavalli, alla cui sinistra si inoltra il sentiero che sale in 2 ore e mezzo al rifugio Andolla del CAI di Villadossola edificato recentemente a 2061 m, accanto al vecchio ormai insufficiente ad accogliere gli escusionisti.

Cheggio - Album fotografico