Atragene Alpina Stampa
Territorio - Flora

ATRAGENE ALPINA

 

Vitalba Alpina Clematis Alpina
 

L'Atragene pianta legnosa, sarmentosa, arrampicante, sparsa sulle montagne dell'emisfero settentrionale, sboccia in giugno - luglio, i suoi grandi fiori di colore azzurro a 4 sepali lunghi 7-8 cm e disposti a campanella, che si trasformano in infrutteo lungo 2-3 cm. Nome derivato dal greco klema che significa sarmento e legno flessibile, questa pianta ha foglie opposte binate, divise in segmenti lanceolati,acuti,lobati e dentati, larghi da 1 a 3 cm e lunghi da 2 a 7 cm . L'Atragene pianta lianosa, delle abetine e delle faggete, puo' essere osservata anche tra i mughi e sulle rupi, specialmente calcaree, tra i 300 e i 2.400 m di altitudine. Come le altre specie del genere Clemantis, e' molto velenosa e puo' essere utilizzata come medicinale solo con molta precauzione. Tutte le sue parti sono irritanti, vescicanti, e rubefacenti e per uso esterno servono per facilitare la cicatrizzazione delle piaghe e contro la psoriasi ed i reumatismi. Come le specie congeneri, applicata alla pelle, questa clematide produce rapida irritazione e vesciche. Per la sua pericolosita' e' meglio evitarne l'uso. Le specie del genere Vitalba venivano un tempo usate dai mendicanti per procurarsi ulcere che ispirassero pieta' e percio' venivano anche chiamate "Erbe dei Cenciosi". I fusti legnosi delle vitalbe sono porosi e in qualche localita' vengono utilizzati e fumati come sigari.

Atragene Alpina