Immagini della Valle

Copyright

Copyright © 2007 - | www.valleantrona.com
W W W . V A L L E A N T R O N A . C O M
EnglishItalianSpanishFrenchGermanJapanese

AFFILIATI VALLEANTRONA.COM


 
Ospitalità nel Parco Naturale della Valle Antrona
Oro e ferro PDF Stampa E-mail
La storia - Oro e ferro

ORO E FERRO

 

La Valle Antrona è fra le vallate ossolane, la "VALLE DEL FERRO".

Il ferro veniva lavorato già in epoca preromana; si sono trovati resti di forni primitivi, a cui è difficile attribuire un'epoca precisa, poichè la pietra "laugera" di cui sono fatti non si presta a sistemi di datazione esatta. Comunque si suppone che già i Leponzi estrassero e fondessero il ferro, avendone imparato la tecnica dagli Etruschi.

Le vene ferrose si trovano ovunque nella valle, ma in particolare sono concentrate sul monte di Ogaggia tra Antrona e Brevettola.

Qui si possono vedere i cunicoli ricavati dai minatori per l'estrazione del minerale,che dopo essere stato raccolto veniva trasportato a fondovalle nei forni e nei magli presenti nella piana tra Rivera e Schieranco.

Nel XVI secolo furono censite all'incirca 500 persone nella Valle che lavoravano all'estrazione e alla fusione del metallo.

Per proteggersi dall'intrusione di estranei vennero emanate anche leggi protezionistiche, che riservavano l'attività ai nativi della Valle ANtrona. Il '700 è il secolo della crisi: nell'arco di poche generazioni l'estrazione viene abbandonata, e si smarrisce anche la conoscenza della tecnica.

Ma nel 1790 l'intrapprendente fabbro di Intra Pietro Maria Ceretti ci riprova: impianta a Viaganella un altoforno basato sulle più recenti acquisizioni scientifiche, e senza scoraggiarsi per i primi insuccessi finalmente riesce ad ottenere un buon prodotto.

Pietro Maria Ceretti è il fondatore di una dinastia di lungimiranti industriali che nel secolo scorso, nel giro di 50 anni, trasformò la tradizionale arte del ferro antronese in una attività industriale di grande respiro, trasferndo poi le fabbriche a Villadossola e dando lavoro a centinaia e centinaia di operai. Sempre per iniziativa di Pietro Maria Ceretti viene impiantata la prima centrale idorelettrica sull'Ovesca.

Anche l'estrazione dell'ORO in valle Antrona ebbe un certo sviluppo attraverso i filoni di Schieranco, di Lombraoro, di Cama e del vallone di Trivera, 

 

Oro e ferro
 

Alberghi / Ristoranti

Partner

Banner
Banner
Banner
Banner

Cerca nel sito

Sondaggio del sito

Dai un voto al nostro sito ?
 

Utenti dal 03.2007

Main page Contacts Search Contacts Search