Immagini della Valle

Copyright

Copyright © 2007 - | www.valleantrona.com
W W W . V A L L E A N T R O N A . C O M
EnglishItalianSpanishFrenchGermanJapanese

AFFILIATI VALLEANTRONA.COM


 
Ospitalità nel Parco Naturale della Valle Antrona
Ott.Nov.Dic. 2007 PDF Stampa E-mail
Notizie della Valle - Anno 2007
Indice
Ott.Nov.Dic. 2007
Pagina 2
Pagina 3
Pagina 4
Pagina 5
Pagina 6
Pagina 7
Pagina 8
Pagina 9
Pagina 10
Pagina 11
Pagina 12
Pagina 13
Pagina 14
Tutte le pagine
Lunedì 24 Dicembre - La Prealpina 
 
 
E gli amanti dell’hockey pattinano in Valle Antrona
  
 
 
 
ANTRONA – E' stata aperta Venerdì sera alle 20,30 la pista di hockey ghiaccio della valle. Il campo, che misura sessanta metri di lunghezza e trentacinque di larghezza è l’unica struttura della provincia omologata per ospitare partite di hockey su ghiaccio. La pista comunale dotata di spogliatoi, docce e locali per il ricovero delle attrezzature è realizzata grazie ai finanziamenti Interreg e a soldi della Comunità Montana Valle Introna nel 2006, è gestita dalla squadra locale di hockey “Tritagiash” e viene utilizzata anche per gli appassionati di pattinaggio. Il venerdì sera sarà aperta dalle 20.30 alle 23.00 e il sabato e domenica dalle 14 alle 18 e dalle 20.30 alle 23.00
Il 24 dicembre sarà aperta dalle 14.30 alle 18.00 mentre dal 25 al 6 gennaio si potrà pattinare tutti i giorni dalle 14 alle 18 e dalle 20.30 alle 23.00, il 31 invece dalle 14 alle 18.00.
Il noleggio dei pattini e l’ingresso costano 7 euro, per chi ha i propri pattini il biglietto è di 5 euro. Per i bambini sotto i 10 anni il costo è di 5 euro.
Se arriverà la neve verrà aperto anche l’anello di fondo situato nei pressi della pista da pattinaggio che quest’anno misura tre chilometri rispetto al chilometro e mezzo degli scorsi anni e verranno noleggiate le ciaspole. Per chi volesse provare lo sport dell’hockey verranno invece organizzati anche appositi corsi.
Quanto all’hochey club Ossola “Tritagiash” è una società sportiva fondata nel 1993 da un gruppetto di ragazzi appassionati di questo sort : <<E’ un’offerta in più che diamo ai turisti ma anche agli abitanti – dice il sindaco di Introna., Franco Borsotti – in Provincia non esistono strutture analoghe>>.
 
 

 
 
 
 
 
IMMAGINI DELLA VALLE ANTRONA SU GOOGLE EARTH
 
 
 
 
 
La redazione di valleantrona.com ha pensato di portare tutte le più belle immagini della Valle Antrona su Google Earth. Per chi non conosce ancora questa affascinante applicazione di Google, si tratta di un vero mappamondo virtuale dove tutti possono accedere e cliccando sulla zona interessata possono vedere le meraviglie del posto. Grazie ad un accordo siglato con Panoramio abbiamo iniziato a pubblicare le foto della Frazione Ronco situata ad Antronapiana in prossimità del Lago di Antrona. Si cercherà di arricchire con altre foto di tutta la Valle e nel giro di una quindicina di giorni la Valle Antrona entrerà a far parte del circuito Google Earth, nel mappamondo virtuale.
 

 
 
 
Mercoledì 12 Dicembre - La redazione di valleantrona.com 
 
 
 
 
 
La nostra redazione di ValleAntrona.com è riuscita ad avere un'altra importante collaborazione. E' infatti da pochi giorni che, sulla homepage di " VCOsat "  www.vcosat.tv ,  appare il nostro logo linkabile per la promozione della Valle Antrona.
VCOsat è la nuova emittente televisiva del Verbano Cusio Ossola, nata per dare una voce in più a questa terra piccola nelle dimensioni ma grande nella gente che la abita.
VCOsat fa parte del gruppo Videonovara, sulle cui frequenze trasmette ogni giorno programmi dedicati al VCO, a cominciare dal Videogiornale.
Le trasmissioni sono cominciate il 4 giugno 2007, ma in questi pochi mesi VCOsat si è già affermata come punto di riferimento della comunità locale. Un'informazione completa e pluralista, un linguaggio semplice e chiaro, un'attenzione particolare a tutto il territorio e una qualità di immagine superiore sono caratteristiche oramai riconosciute da molti.
Questo nostro nuovo traguardo, semplice ma importante, spiega l'amministratore del sito web ( www.valleantrona.com ) farà in modo che molta altra gente potrà conoscere questa nostra straordinaria Valle e attraverso il nostro portale tenersi aggiornati.
Un grazie immenso da parte della nostra redazione a VCOSAT che ha dato una dimostrazione valida e concreta per la valorizzazione del territorio montano.
 

 
 
 
Domenica 9 Dicembre - Eco Risveglio - Arianna Parsi - www.ecorisveglio.it 
 

VIGANELLA - 06/12/2007

 

 

Tutta la Valle Antrona è stretta attorno al 19enne Gianpaolo Curcio (foto), lo studente universitario vittima di un incidente, giovedì scorso, a Torino. Il giovane, che risiede a Seppiana con la sua famiglia, è ricoverato da una settimana al “Cto” del capoluogo piemontese in condizioni molto gravi. Ieri i medici, che lo tengono sotto osservazione nel reparto di rianimazione, hanno giudicato stazionarie le sue condizoni di salute. Secondo quanto ricostruito, Curcio sarebbe stato colpito violentemente da una scala della Telecom cha stava su un mezzo di trasporto. Nel momento dell’incidente il 19enne stava camminando e si trovava nei pressi dell’Università che frequenta. Immediatamente soccorso da un’ambulanza e trasferito al dea dell’ospedale, è apparso sin da subito in condizioni serie. Gianpaolo Curcio è molto conosciuto in Valle Antrona. Il giovane, infatti, milita nella squadra di Hanball di Villadossola, attività sportiva che pratica con capacità ed entusiasmo. Il padre Vincenzo è titolare della farmacia di Viganella ed è consigliere comunale. La moglie Vincenza Savalli, insegnante di chimica all’istituto “Galletti” di Domodossola, prega per suo figlio, così come il parroco del piccolo centro montano, don Luigi Tramonti ed il sindaco Pierfranco Midali
Gianpaolo lotta tra la vita e la morte dal suo letto d’ospedale, in rianimazione al Cto di Torino. Non è solo. E’ come se gli amici, diciannovenni come lui, gli fossero accanto. Sempre. Gli stessi amici che insieme a Gianpaolo, giovedì scorso, attraversarono quella strada, viale Duca degli Abruzzi, in un giovedì come un altro, da universitari, all’uscita dalla facoltà di ingegneria del Politecnico di Torino. Forse chiacchierando degli esami, del fine settimana ormai vicino. Qualche passo, poi l’impatto: Gianpaolo colpito da una scala allungabile che stava sul tetto di un’auto della Telecom. Null’altro, solo quel brutto colpo alla testa che ora lo tiene in bilico tra la vita e la morte. Il medico del Cto di Torino che l’ha in cura dice dall’altro capo del filo che «è stabile. E’ stato trasferito nel reparto di rianimazione». Il sindaco di Viganella, Pier Franco Midali, che è un amico di Gianpaolo e conosce bene la famiglia che vive in valle da 16 anni, spera: «Credo sia un buon segno che l’abbiano trasportato in rianimazione dal Dea, dove si trovava prima». Forse è l’affetto che fa parlare così Midali che descrive Gianpaolo come “estemporaneo”: «Sì, perché lo conosco da quand’era piccolo e se ne usciva con certe trovate geniali, chiedi anche alla maestra, che lasciavano tutti stupefatti. Poi ti rendevi conto che in realtà non era un adulto perché aveva le ingenuità dei bambini». Un ragazzo dai mille interessi. A partire dall’astronomia per cui, sempre con Midali, se ne andava al campo sportivo di Viganella a guardare gli astri col suo telescopio. E la passione per i treni, con la tesina per la maturità sui locomotori e le carrozze. «Me ne ha regalata una copia, perché io lo portavo in stazione a vedere i treni da vicino» dice fiero Midali. Gianpaolo è anche la squadra di pallamano, l’Ossola Handball dove militano gli amici, come Marco Arcardi: «E’ un compagno, ma soprattutto un amico - dice. Gli abbiamo mandato la maglia e una lettera che contiene i nostri pensieri. Saremo alla veglia, l’abbiamo nel cuore». Così Simone Lugli: «Sabato saremo a Biella e gli dedicheremo la partita. Giocheremo con lui nella testa e nell’anima».
Per questo Gianpaolo e la sua famiglia non sono soli. Sono molti che proveranno da lontano a soffiare un po’ di forza nel corpo di Gianpaolo, venerdì sera, con una veglia di preghiera a Viganella, dalle 21 alle 22. Ci sarà anche don Luigi Tramonti, anche lui un amico. Perché in una piccola comunità è così, ci si conosce un po’ tutti ed è la Valle Antrona che prega in queste ore per Gianpaolo. Gesti d’affetto, comprensione e speranza. Anche per stare accanto alla famiglia. Il padre di Gianpaolo, Vincenzo Curcio è proprietario della farmacia di Seppiana ma gestisce anche gli armadi farmaceutici di Montescheno, Antrona e Viganella, dove ricopre anche il ruolo di consigliere comunale. La mamma, Vincenza Savalli, insegna chimica all’istituto Galletti di Domodossola.
Arriva il secondo fine settimana senza Gianpaolo a casa. Sarà all’insegna della speranza.
 

 
 
 
Sabato 9 Dicembre 
 
Max Blardone il nostro Ossolano sul podio più alto
  
 
Blardone e Simoncelli trionfano in Alta Badia
 
 
Articolo tratto da www.vcoazzurratv.it 
 
 
BLARDONE C'E'!!!!!!!!!!!!
  
 
Quarto sigillo in Coppa del Mondo per Massimiliano Blardone. Che oggi, in Austria, sulle nevi di Bad, ha messo tutti in riga. Dimostrando di esserci e di volere, fortissimamente, quella coppa di specialità sfuggitagli di un nonnulla sia l’anno scorso che due anni fa. Stilisticamente perfetto, come sempre, il fuoriclasse di Pallanzeno ha preceduto il compagno di allenamenti ed amico, l’altro azzurro Manfred Moellg, e l’americano Ted Ligety. Terzo dopo la prima manche, alle spalle di Moellg e del francese Fanara,, nella seconda Blardone è stato intelligente. Ha saputo convivere con la pressione, cosa che non sempre gli riesce, ha trasformato la tensione in adrenalina, scaricandola tutta sulla pista. Prima di lui erano scesi Ligety, Raich ed Albercht, tutti protagonisti di manche quasi impeccabili. Max però non ci ha badato: ha pensato, semplicemente, a sciare come sa. E’ bastato per arrivare primo al traguardo e per mettersi, dopo aver dato un simpatico morso al cioccolatino dello sponsor, ad aspettare. Moellg è finito dietro di lui di pochi centesimi. Restava il francese Fanara. Che ha sbagliato ed ha compromesso la propria gara. Per una volta, un pizzico di fortuna ha aiutato Max. Ma visto il conto aperto con la dea bendata, è un risarcimento meritato e sacrosanto. Vittoria limpida, che dice che Blardone c’è. Oggi più che mai
 

 
 
 
Martedì 27 Novembre - Eco Risveglio - Cristina dal Passo
 
NUOVA CASA VACANZE A ROVESCA
  
 
  
 
La Valle Antrona procede con le iniziative volte al rilancio turistico, attraverso una serie di nuovi lavori di restauro. Presso il comune di Antrona è stata infatti aperta la gara d'appalto per i lavori del progetto transfrontaliero Interreg 2000-2006 Italia Svizzera, “un ponte tra due valli”, per il restauro dell'edificio sede della cooperativa di consumo antronese. Si tratta della ristrutturazione di un salone adibito alle riunioni, annesso al bar e al negozietto di alimentari, nato dalla Società Operaia di Mutuo Soccorso. L'edificio ha caratteristiche storiche molto pronunciate, per cui sarà finanziato con un contributo di 42mila euro della Regione Piemonte, di 18mila euro di fondi di bilancio del comune, e di 6mila euro da parte di diversi enti.
Il comune di Antrona sta poi appaltando anche il restauro di un edificio rurale da da adibire a museo vivo in frazione Rovesca: ne uscirà una casa-vacanza, arredata con mobili antichi e mantenuta nella sua architettura tradizionale, destinata appunto ai turisti. L'opera sarà finanziata con 136.500 euro di contributo della Regione Piemonte, sempre nell'ambito del progetto transfrontaliero Interreg, e con 58.500 euro di fondi di bilancio.
Anche il comune di Viganella beneficerà del progetto Interreg per il recupero dell'antico fabbricato casa Vanni, in parte già ristrutturato, e che nella nuova parte sarà adibito a struttura ricettiva con un piccolo ristorante e alcune camere per potersi fermare a dormire. I lavori saranno finanziati con un contributo di 173.600 euro della Regione Piemonte e di 74.400 euro di fondi di bilancio. Il comune di Viganella assieme a Fabrizio Morea sta poi lavorando ad una serie di incontri con il Console spagnolo Carlos Hernandez per uno scambio di turismo tra Orta, Viganella, Spagna e Svizzera.
 

 
 
Giovedì  22 Novembre - La redazione di valleantrona.com
 
Fiocchi di neve in Valle Antrona
 
 
 
 
Come avevano annunciato le previsioni del tempo è arrivata la neve anche in Valle Antrona, infatti già da ieri mattina in località Cheggio 1500 mt di altitudine una coltre di neve ricopriva l'intero paese. La neve è scesa questa mattina fino a quota 1000, regalando ad Antronapiana un paesaggio incantato. Le nevicate continueranno fino a venerdi pomeriggio.
 

 
 
Martedì 20 Novembre - La redazione di valleantrona.com
 
Incendio a Montescheno
 
 
I Vigili del Fuoco di Domodossola sono intervenuti ieri mattina verso le ore 9 per un incendio camino nella frazione Cresti del comune di Montescheno. Il pronto intervento degli stessi e la loro professionalità ha permesso di capire la provenienza esatta dell'incendio. Infatti sembra che ha bruciare fosse un trave collocato vicino alla canna fumaria in acciaio all'interno della muratura.
 
 

 
 
Lunedì 12 Novembre - La redazione di valleantrona.com
 
 
Video della Valle Antrona su YouTube
 
 
 
La redazione di valleantrona.com ha deciso di pubblicare i video del proprio sito sulla piattaforma www.youtube.it, un servizio per lo streaming video online che permette a chiunque di visualizzare e condividere i video caricati dai membri del sito. Abbiamo voluto appogiarci a "youtube" perchè pensiamo di avere una possibilità in più per promuovere la Valle Antrona in tutti i suoi aspetti. Visto che "youtube" è diventato un luogo comune e lo si sente parlare anche attraverso i migliori network televisivi e non, ci è sembrato giusto approfittare di questa nuova opportunità e rendere visibile la valle antrona anche attraverso questo nuovo canale. Tutti gli utenti al mondo (milioni sparsi per tutto il pianeta), che si troveranno su www.youtube.it oppure www.youtube.com con un semplice click potranno visionare i video e sapere che esiste anche questo fantastico paradiso fra i monti e i laghi della val d'ossola.
 
 

 
 
Giovedì 8 Novembre - La redazione di valleantrona.com
Immagini satellitari della Valle Antrona
 
 
 
 
Abbiamo lavorato molto per la realizzazione di questo sito per renderlo sempre più curioso e fantastico.
L'ultima novità è l'inserimento delle immagini satellitari della Valle Antrona, che grazie al programma Google Earth, una tra le applicazione di Google più affascinanti, ci ha permesso di realizzare queste fotografie come se stessimo sorvolando la zona con un aereo. Scaricando il programma potete anche Voi stare seduti comodamente a casa vostra e realizzare spettacolari zoomate, individuando i luoghi che preferite grazie ad immagini e foto aeree in continuo aggiornamento.
 
 
 

 
 
Giovedì 25 Ottobre - Eco Risveglio - Cristina Dal Passo
ANTRONA, MESSA IN SACRESTIA
 
 
 
 
 
Il don: «Per risparmiare anche sul riscaldamento»
 Quante volte sentiamo ai telegiornali o leggiamo sui giornali che ormai moltissime famiglie italiane non arrivano più alla fine del mese? Fabbriche e industrie chiudono, i negozi abbassano le serrande. In Ossola le cose non sembrano andare poi tanto meglio: basta fare una passeggiata per le vie dei nostri paesi per vedere quante attività sono ormai cessate, a far da testimonianza la triste carcassa dei negozi sfitti.
In questa situazione anche le piccole parrocchie sempre più incontrano difficoltà a far quadrare i conti. È quello che sta capitando anche alla parrocchia di Antrona, il cui ultimo problema economico da affrontare è quello del riscaldamento. È risaputo che le antiche chiese alpine sono molto fredde, ed è risaputo che riscaldare ambiente grandi e poco isolati è molto costoso, per cui è stato deciso di celebrare le messe feriali, meno frequentate, nella piccola sacrestia anziché tra le navate della parrocchiale di San Lorenzo. «Stiamo valutando la possibilità di togliere il riscaldamento a gasolio e mettere quello a metano, ma non sappiamo se sarà davvero conveniente avendo un fisso da pagare, anche in estate» commenta il parroco don Luigi Del Conte. Le entrate per la chiesa sono poche, qualche soldo in più arriva in estate quando la villeggiatura si rianima e il paese si ripopola, ma questa non è che la punta di un iceberg. «Il riscaldamento è solo una piccola questione, in realtà il problema è di intera gestione: quest'anno abbiamo speso oltre 19mila euro per il rifacimento del piazzale; adesso restaureremo due quadri, uno dei quali di Giulio Guaglio, per cui abbiamo chiesto un finanziamento alla provincia; dovremmo ristrutturare le cappelle a San Rocco, almeno per eliminare le infiltrazioni d'acqua dai tetti che rovinano i dipinti. Non si tratta solo di un discorso religioso, ma anche culturale, artistico, di patrimonio comune da conservare e di storia da tramandare, di conoscenza che non può andare perduta» spiega don Luigi. Proprio a questo proposito si è deciso di intraprendere un discorso di collaborazione con tutti i paesi della Valle Antrona e Villadossola, per creare un progetto di recupero che avrebbe una valenza religiosa ma anche turistica, con un alto valore sociale. Don Luigi spiega che c'è stato un incontro con tutti i paesi, «la risposta è stata positiva e si vorrebbe collaborare tutti assieme per andare oltre il nostro piccolo orticello e poter ottenere dei finanziamenti che ci aiutino a recuperare un patrimonio artistico, culturale e sociale di enorme importanza».
 

 
 
Venerdì 19 Ottobre - La redazione di www.valleantrona.com
 
NUOVA VESTE PER IL RISTORANTE "LAGO PINETA"
 
 
 
 
 
Il ristorante "Lago Pineta" situato sul Lago di Antrona da pochi mesi di proprietà del Sig. Walter Zana sta cambiando veste. Per volontà del proprietario è iniziato un vero " restyling ", infatti il vecchio intonaco di colore verde e rosa antico, come tutti lo ricordano, sta scomparendo e l'intero edificio lascerà spazio alle vecchie pietre. Sicuramente un aspetto più rustico e più adatto all'ambiente che lo circonda e diventerà uno tra i ristoranti più caratteristici non solo della Valle Antrona ma anche dell'intera Ossola. 
 

 
 
Giovedì 18 Ottobre - Eco Risveglio - Cristina Dal Passo
 
MIDALI PREMIATO AL TAU D'ORO
  
  
 
 Grandi testate nazionali e internazionali, televisioni, registi ed editori sono attesi ad Orta per questa domenica, 21 ottobre, presso l'hotel San Rocco, per ricevere il premio “Tau d'oro”: il riconoscimento assegnato a tutte quelle persone del mondo dell'informazione che si sono distinte per aver portato il nome di un'area piemontese nel mondo. Patrocinato da molti ed importanti enti più o meno locali, la giornata di domenica vedrà ancora una volta protagonista la comunità di Viganella che, grazie al progetto dello specchio, ha portato attraverso le voci di tutti quei giornalisti giunti da lontano, il nome della Valle Antrona. È stato pertanto chiesto al sindaco Pier Franco Midali di premiare i giornalisti che hanno fatto conoscere al mondo Viganella, facendosi promotori della nostra zona: riceveranno perciò il premio (una riproduzione del bastone pastorale di Guglielmo da Volpiano) la giornalista Nazanine Moshiri di Al Jazeera English; Juliet Linsley della Cnn; e Gianni Padlina, realizzatore di un filmato su Viganella per la tv Svizzera. Il presidente dell'Associazione Accademia delle Arti e del Muro Dipinto, Fabrizio Morea, ha inoltre invitato la Comunità Montana Valle Antrona a patrocinare la manifestazione, ritenendo che l'effetto mediatico dello specchio solare meriti il plauso generale e un particolare riconoscimento, premiando il sindaco di Viganella quale migliore comunicatore del 2006.
 

 
 
 
 
SOLO TRE BIMBI, SI CHIUDE L'ASILO
 
 
 
 
 Gli scolari saranno accolti a Seppiana
 Mercoledì 26 settembre c'è stato il consiglio comunale ad Antrona. All'ordine del giorno, oltre alle variazioni di bilancio e la ricognizione dell'attuazione dei programmi, c'è stato il discusso punto sulla convenzione con la provincia per l'affidamento dello sgombero neve sulla strada per Cheggio. In pratica la regione darà un contributo di 19mila euro al comune di Antrona, togliendosi il compito della pulizia e dello sgombero neve su quella strada; il comune a sua volta appalterà il lavoro. La convenzione in questione sarà di tre anni, ma non tutto il consiglio comunale si è trovato d'accordo: tre consiglieri (Marcello Valterio, Nada Valterio e Gianmarco Farioli) hanno infatti votato contro la proposta, col timore che la strada, col tempo, possa passare da provinciale a comunale, con gli ovvi relativi oneri per il comune. Il sindaco Borsotti sottolinea comunque come «La convenzione sia solo ed esclusivamente per lo sgombero della neve, per cui il comune non rischia di essere coinvolto in qualcosa di più grande».
È stata poi posta al vaglio dei consiglieri la problematica del decentramento catastale: il trasferimento delle competenze dall'agenzia del territorio ai comuni. Spiega il primo cittadino: «Antrona è un comune troppo piccolo per poter avere uno sportello dedicato al catasto, per cui è stato attribuito un mandato alla Comunità Montana Valle Antrona per aderire su questo punto alla Comunità Montana Valle Ossola, che a sua volta fungerà da capofila per lo sportello del catasto per una serie di comuni».
C'è inoltre una novità per i bambini di Antrona: da quest'anno l'asilo resterà chiuso, infatti nel paese della valle ci sono solo tre bambini in età d'asilo: i piccoli saranno accolti nell'asilo di Seppiana; il trasporto dei bimbi sarà comunque assicurato dal comune.
Infine una curiosità: nel consiglio comunale si è discusso e approvato il regolamento sull'attribuzione della cittadinanza onoraria, il comune ne era infatti sprovvisto e il sindaco Borsotti dice che ora «Possiamo accogliere come molti altri comuni già fanno, con la cittadinanza onoraria, tutte quelle persone che spiccano per essersi impegnati in qualche modo nella crescita del paese».
Ott.Nov.Dic. 2007
 

Alberghi / Ristoranti

Partner

Banner
Banner
Banner
Banner

Cerca nel sito

Sondaggio del sito

Dai un voto al nostro sito ?
 

Utenti dal 03.2007

Main page Contacts Search Contacts Search