Immagini della Valle

Copyright

Copyright © 2007 - | www.valleantrona.com
W W W . V A L L E A N T R O N A . C O M
EnglishItalianSpanishFrenchGermanJapanese

AFFILIATI VALLEANTRONA.COM


 
Ospitalità nel Parco Naturale della Valle Antrona
Ott.Nov.Dic. 2007 - Pagina 11 PDF Stampa E-mail
Notizie della Valle - Anno 2007
Indice
Ott.Nov.Dic. 2007
Pagina 2
Pagina 3
Pagina 4
Pagina 5
Pagina 6
Pagina 7
Pagina 8
Pagina 9
Pagina 10
Pagina 11
Pagina 12
Pagina 13
Pagina 14
Tutte le pagine
 
 
Giovedì 25 Ottobre - Eco Risveglio - Cristina Dal Passo
ANTRONA, MESSA IN SACRESTIA
 
 
 
 
 
Il don: «Per risparmiare anche sul riscaldamento»
 Quante volte sentiamo ai telegiornali o leggiamo sui giornali che ormai moltissime famiglie italiane non arrivano più alla fine del mese? Fabbriche e industrie chiudono, i negozi abbassano le serrande. In Ossola le cose non sembrano andare poi tanto meglio: basta fare una passeggiata per le vie dei nostri paesi per vedere quante attività sono ormai cessate, a far da testimonianza la triste carcassa dei negozi sfitti.
In questa situazione anche le piccole parrocchie sempre più incontrano difficoltà a far quadrare i conti. È quello che sta capitando anche alla parrocchia di Antrona, il cui ultimo problema economico da affrontare è quello del riscaldamento. È risaputo che le antiche chiese alpine sono molto fredde, ed è risaputo che riscaldare ambiente grandi e poco isolati è molto costoso, per cui è stato deciso di celebrare le messe feriali, meno frequentate, nella piccola sacrestia anziché tra le navate della parrocchiale di San Lorenzo. «Stiamo valutando la possibilità di togliere il riscaldamento a gasolio e mettere quello a metano, ma non sappiamo se sarà davvero conveniente avendo un fisso da pagare, anche in estate» commenta il parroco don Luigi Del Conte. Le entrate per la chiesa sono poche, qualche soldo in più arriva in estate quando la villeggiatura si rianima e il paese si ripopola, ma questa non è che la punta di un iceberg. «Il riscaldamento è solo una piccola questione, in realtà il problema è di intera gestione: quest'anno abbiamo speso oltre 19mila euro per il rifacimento del piazzale; adesso restaureremo due quadri, uno dei quali di Giulio Guaglio, per cui abbiamo chiesto un finanziamento alla provincia; dovremmo ristrutturare le cappelle a San Rocco, almeno per eliminare le infiltrazioni d'acqua dai tetti che rovinano i dipinti. Non si tratta solo di un discorso religioso, ma anche culturale, artistico, di patrimonio comune da conservare e di storia da tramandare, di conoscenza che non può andare perduta» spiega don Luigi. Proprio a questo proposito si è deciso di intraprendere un discorso di collaborazione con tutti i paesi della Valle Antrona e Villadossola, per creare un progetto di recupero che avrebbe una valenza religiosa ma anche turistica, con un alto valore sociale. Don Luigi spiega che c'è stato un incontro con tutti i paesi, «la risposta è stata positiva e si vorrebbe collaborare tutti assieme per andare oltre il nostro piccolo orticello e poter ottenere dei finanziamenti che ci aiutino a recuperare un patrimonio artistico, culturale e sociale di enorme importanza».
 
 

Alberghi / Ristoranti

Partner

Banner
Banner
Banner
Banner

Cerca nel sito

Sondaggio del sito

Dai un voto al nostro sito ?
 

Utenti dal 03.2007

Main page Contacts Search Contacts Search