Immagini della Valle

Copyright

Copyright © 2007 - | www.valleantrona.com
W W W . V A L L E A N T R O N A . C O M
EnglishItalianSpanishFrenchGermanJapanese

AFFILIATI VALLEANTRONA.COM


 
Ospitalità nel Parco Naturale della Valle Antrona
Lug.Ago.Set. 2007 PDF Stampa E-mail
Notizie della Valle - Anno 2007
Indice
Lug.Ago.Set. 2007
Pagina 2
Pagina 3
Pagina 4
Pagina 5
Pagina 6
Pagina 7
Pagina 8
Pagina 9
Pagina 10
Pagina 11
Pagina 12
Pagina 13
Tutte le pagine

Martedì 9 Ottobre – La redazione di www.valleantrona.com

 

Da oggi il valleantrona.com diventa ancora più prestigioso, si arricchisce infatti di una nuova sezione "I VIDEO" un'idea nuova aperta a tutti. Infatti chiunque volesse inviare il proprio video lo può fare all'indirizzo Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. , il video sarà vagliato dalla redazione per poi essere pubblicato.
Un ringraziamento anticipato a tutti coloro che collaboreranno alla crescita di questo sito.
 

 
 
 
 
 
SI POTENZIA LA PROTEZIONE CIVILE
  
  
 ANTRONA – Ad Antrona presto partiranno i lavori di ampliamento e potenziamento della sede della Protezione Civile, che servirà non solo il comune, ma tutta la Valle. Lo stabile interessato sarà quello dove già si trovano i locali occupati dal gruppo della Croce Rossa e degli AIB, che saranno ristrutturati e ingranditi. La regione finanzierà 90.000 uro, 30.000 li metterà la Comunità Montana e altri 30.000 li erogherà il comune di Antrona. Ente capofila dei lavori che dovranno essere finiti nella primavera, sarà la Comunità montana della Valle Introna. In vista della realizzazione, mercoledì il consiglio comunale ha votato un ordine del giorno, per il trasferimento alla Comunità Montana di 30.000 euro, quota parte che deve versare il comune per l’opera. Il consiglio ha inoltre approvato il regolamento per il conferimento della cittadinanza onoraria. Il documento permetterà al comune di esprimere riconoscenza a persone che si sono prodigate il paese. Nell’estate c’era stata, infatti la proposta di dare la cittadinanza onoraria ad Umberto Didonato, un finanziere che nella fine degli anni ’50 durante un servizio al passo Saas aveva trovato tre monete romane. I reperti si rilevarono utili, in seguito, per meglio comprendere la storia di Antrona. Sempre durante il consiglio il comune ha deciso con una somma girata dalla provincia di 19.000 euro di assumersi il servizio di sgombero della neve per la strada provinciale di Cheggio, un tempo di competenza della Provincia. Perplessi della decisione si sono detti i consiglieri Marello Valterio e Anna Valterio che hanno votato contro. Al termine della riunione alcuni abitanti di Rovesca hanno chiesto agli amministratori più attenzione per la frazione, punti luce sulla strada da Rovesca ad Antrona e parcheggi. Il sindaco ha detto che i parcheggi sono già previsti dal comune, per i punti luce i cittadini dovranno ancora attendere.
 

 
 
 
25 Settembre " Eco Risveglio" - Cristina Dal Passo
 
 
 
 
 
UN “NETTARE” MERCE DI SCAMBIO 
 
 
Viganella, paese di vino in affari con la Svizzera
 Settembre, tempo di vendemmia: chi passa per le strecie di Viganella resterà sicuramente inebriato da un profumo intenso di vinacce che fermentano. Si tratta degli ultimi affezionati alle tradizioni, che non vogliono perdere una delle più importanti radici su cui è cresciuta la comunità di Viganella, e cioè la cultura del vino. Viganella infatti, fino ai primi anni del Novecento totalmente terrazzata, ha conosciuto nel passato un importante sviluppo economico basato proprio sulla produzione della vite, particolarmente fiorente tra il XVII e il XVIII secolo. Il paese proprio in quei secoli stava conoscendo una crisi nel campo dell'estrazione del ferro, attività su cui ha sempre basato la propria economia, per cui gli abitanti si sono adattati e hanno iniziato a coltivare la vite, terrazzando il territorio e producendo un vino a quanto pare di alta qualità: alcuni documenti testimoniano infatti che il vino bianco che si produceva a Bordo veniva utilizzato come merce di scambio con gli svizzeri.
Proprio per conservare memoria di questo passato, in occasione della festa della Natività di Maria Vergine è stato inaugurato presso la casa Vanni un museo del vino, ma per chi non amasse gli artifici della ricostruzione è possibile bussare alle antiche porte di legno, serrate con chiavistelli, per essere immersi in una cantina mantenuta come alla costruzione, ormai avvenuta alcuni secoli fa.
Si tratta di caratteristiche cantine a volta, tutte ovviamente in sasso, entro le quali sono custoditi gli attrezzi del mestiere. Entrando in una cantina troviamo secolari botti in legno che invecchiano a dovere il vino contenuto, tini e torchi, una brenta, antichi imbuti che hanno visto scorrere chissà quanti litri di vino; non può mancare inoltre una rastlera:si sa che con un pezzo di formaggio e una fetta di salame il vino scende meglio.
Incredibile se si pensa che tutti questi strumenti sono stati prodotti a mano, e ancora oggi sono in perfetto stato per produrre un buon vino, “alla moda vecchia”, frutto esclusivo della natura senza che la chimica le dia una mano.
Il succo della vite si forma in un grosso tino da cui viene poi spillato e separato dalle vinacce, poi viene versato nelle botti e messo ad invecchiare: ci vorrà un po' di tempo prima di gustare un bicchiere di vino, e soprattutto moltissimo lavoro nella coltivazione delle piante e nella realizzazione del prodotto, ma la soddisfazione è indubbiamente tanta e, forse, come nel 1600, la produzione del vino potrebbe diventare anche oggi una nuova attività che aiuta a risollevare l'economia del territorio.
 

 
 
22 Settembre - La redazione di www.valleantrona.com
 
 
"Munihans" Artista appassionato di Architettura Alpina
  
 
 
 
La nostra sezione "Artisti di Montagna" si è oggi arricchita di un nuovo esponente, il suo nome Munihans soprannome di famiglia Formazzina che coltiva da anni la sua passione per l'Architettura Alpina.
Le opere riproducono fedelmente costruzioni effettivamente esistenti che vengono fotografate da tutte le angolazioni e poi realizzate interamente a mano utilizzando materiali naturali. Le dimensioni non superano i 25 centimetri per lato e i 20 di altezza e alcune sono poco più grandi di un pacchetto di sigarette; oltre alle riproduzioni di case d’abitazioni e fienili walser , quelli costruiti sui “funghi” di pietra, si è specializzato nella riproduzione di chiesette e oratori, e delle sole facciate delle case che possono essere appese come un quadretto.
Per visitare questi capolavori visitate MUNIHANS nella sezione ARTISTI di MONTAGNA
 

 
 
 
20 Settembre " Eco Risveglio" - Cristina Dal Passo
 
 
PASTORE IN ATTESA DELLA CASERA
 
 Vorrebbe tornare a produrre il formaggio a Cheggio
 
 
  

La Valle Antrona, ormai si sa, punta al rilancio turistico attraverso le sue bellezze naturali, rimaste praticamente incontaminate, e attraverso le tradizioni che la fanno sembrare tanto unica agli occhi esterni. È anche risaputo che i percorsi eno-gastronomici oggi sono davvero un carro trainante per l'economia e il turismo, e chissà che l'iniziativa del  pastore Roberto Ghivarelli non possa diventare una fiorente attività economica da svolgere in Valle Antrona, e un motivo in più per i turisti per arrivare fino in Ossola. Il signor Ghivarelli infatti ha intenzione di ripristinare la produzione di formaggio a Cheggio.

Da quanto tempo non si produce più formaggio a Cheggio?

Da molto tempo, sarà almeno da vent'anni.

C'è qualcun altro oltre a lei che produce formaggio a Cheggio?

No, sono solo io che lavoro con l'aiuto di mio cugino, Giuliano Piranda, e l'aiuto di un operaio.

Quanti animali avete?

Abbiamo trentacinque mucche da latte e settanta da carne, tra manzette e vitelle.

Quanto formaggio riuscite a produrre?

Attualmente il formaggio che facciamo è solo per uso personale, mentre il latte lo vendiamo alla latteria di Crodo.

Quale tipo di formaggio produrrete?

Faremo del formaggio nostrano di Alpe, una specie di fontina, e la ricotta. Speriamo di iniziare presto perché quest'estate in Valle era pieno di turisti che ci chiedevano il formaggio ma noi non possiamo venderlo.

Come mai?

Stiamo aspettando la casera a Cheggio: ho già fatto domanda par avere i fondi per la costruzione di un luogo idoneo alla produzione del formaggio, per cui il 40% del costo dovrebbe essere coperto dalla Regione, un altro 40% dalla Comunità Montana, e su di me graverebbe il solo 20% del costo. Spero che l'amministrazione pubblica mi venga incontro in questo momento in cui abbiamo tanto bisogno. Inoltre stiamo aspettando i timbri dall'ASL, dopodiché potremo vendere il nostro formaggio nei negozi.

Avete anche una casera all'Andolla, giusto?

Si, ma anche quel luogo avrebbe bisogno di alcuni lavori di risistemazione, per cui stiamo aspettando l'intervento  dell'amministrazione locale: mancano infatti l'impianto elettrico e idraulico.

Come si svolge la sua giornata di lavoro?

Il lavoro è molto duro, ci si sveglia alle 3,30 del mattino e fino sera inoltrata non si ha tregua: bisogna accudire gli animali, mungerli, portarli in pastura e preparare il fieno per l'inverno, tenere pulite le stalle e molto altro.

Consiglierebbe questo lavoro a un giovane?

Io faccio questo lavoro da quarant'anni e a me piace molto, quindi lo consiglio ai giovani. Il lavoro però è molto duro e oggi i giovani non hanno più voglia di avvicinarsi a questo tipo di attività. Pensi che il mio operaio è straniero: arriva dall'Albania ed è bravissimo, è stato da solo tutta l'estate con cinquanta manze all'Andolla.


 
17 Settembre - La redazione di www.valleantrona.com 
 
 
 
 
 Tour dell'Andolla : escursione finalmente online
  
  
 
Un grande itinerario ad anello intorno ad una montagna (il Pizzo Andolla), tre valli, tre rifugi, una via ferrata, tre passi e tre giorni di cammino. Il tour offre tre ambienti diversi che fanno parte di un'unica montagna: dalle pietraie dell'alta Val Vaira, alla verdeggiante valle Antrona sino al cospetto dei quattromila della Saastal. La nostra redazione ringrazia Pietro Agosto ed i suoi compagni di gita don Andrea, Elisa, Giuliano, Flavio e Luca, che grazie alla loro collaborazione hanno reso possibile l'inserimento di questa nuova ed affascinante escursione in Valle Antrona : il tour dell'Andolla. 
 

 
 
 
10 Settembre "La Prealpina" -: Mary Borri
 
Internet senza fili : in rete anche il Rifugio Andolla
 
ANTRONA - Dopo il rifugio scheggio anche quello dell’Andolla ha il servizio internet veloce.. Il rifugio Andolla posto a 2061 metri di altezza nella Valle Introna è ormai al passo con il progresso tecnologico. Da alcuni giorni una connessione satellitare consente la navigazione sulla rete Internet veloce. Il collegamento rientra nel progetto wi-fi regionale con il Csi Piemonte. Il rifugio Andolla è gestito dal Cai di Villadossola.
<<Internet – ha spiegato il presidente Cai di Villa Renato Boschi – rappresenta una grande opportunità di promozione e di marketing del rifugio, è inoltre utile per i servizi e-mail e per la consultazione da parte degli utenti sulle informazioni meteorologiche e potrebbe servire inoltre per gestire interventi di emergenza >>. L’inaugurazione ufficiale del collegamento avverrà domenica in occasione della festa al Rifugio Andolla organizzata dalla sezione del Cai di Villadossola. Il nuovo rifugio è stato inaugurato nel 1986, ma la sua storia si intreccia con quella della diga di Cheggio quando nel 1920 la Edison, al termine dei lavori dell’invaso, donò alle associazioni alpinistiche locali una baita per facilitare le ascensioni al Pizzo Andolla alla Weissmies e alle traversate nella vicina Valle di Saas. Il rifugio dispone di 17 posti letto. In un primo tempo era installato Internet nei rifugio del Piemonte raggiungibili con l’automobile, e tra questi è rientrato il rifugio di Cheggio, poi la Regione visto il successo dell’iniziativa ha esteso la connessione ad altri rifugi raggiungibili solo a piedi.
 

 

 

Giovedì 06 Settembre - Cristina Dal Passo

 

DAL 1675 LA COMUNITA' ATTORNO ALLA CHIESA
  
 
Da venerdì con la Natività della Madonna si celebrano i 350 anni del luogo di culto
  
  
 
 
 
 Anche quest'anno, come tradizione, Viganella festeggerà la Natività della Madonna da domani, venerdì 7 settembre, fino a domenica 9 settembre. La celebrazione è ormai una consuetudine per il piccolo paese della Valle Antrona, ma quest'anno il suo programma merita un occhio di riguardo per l'importanza delle tradizioni a cui sarà legata. Al di là di serate danzanti, fuochi d'artificio, banda e cucina tipica, che sono sempre state protagoniste anche negli anni passati, la festa vuole soprattutto puntare l'attenzione sulla chiesa del paese (dedicata appunto alla Natività di Maria Vergine) che quest'anno celebra i suoi 350 anni da quando fu ultimata così come la vediamo ancora oggi, ossia nel lontano 1657. Nella giornata di sabato, per rendere omaggio alla chiesa, sarà inaugurato alle ore 17 il mosaico dal titolo “La cantoria e il territorio”, da poco ultimato dal mosaicista torinese Andrea Besana. Il mosaico va a coronare il tabernacolo della riposizione, un tempo appartenente all'altare ligneo seicentesco, andato perduto. Il tema del mosaico inoltre è stato scelto per sottolineare l'importanza della cantoria a Viganella, dove i cantori praticano ancora un particolare gregoriano. Sabato, giorno della Natività, celebrerà la messa delle 10.30 il vescovo in pensione, già nunzio apostolico, Monsignor Giovanni Battista Moretti. Domenica a rendere omaggio ai 350 anni della chiesa sarà il vescovo di Novara, Monsignor Renato Corti, alla messa delle 10.30.
Un altro appuntamento, slegato però dalle attività religiose, vuole ricordare una delle più importanti tradizioni di Viganella: sabato, alle 18, sarà inaugurato il “museo della vite e del vino” presso la casa Vanni, vera e propria ricostruzione con allestimenti di una antica cantina.
 

 

 

Mercoledì 05 Settembre - La redazione di www.valleantrona.com

NUOVE ESCURSIONI SUL NOSTRO SITO

  

giro lago cheggio 098.JPG (294883 byte)   LAGO DI CHEGGIO

antrona 11-08-07 062.JPG (337176 byte)   LAGO DI ANTRONA

 

camplicciioli giro del lago 043.JPG (313953 byte) LAGO DI CAMPLICCIOLI

 
 
La redazione di valleantrona.com ha voluto arricchire la sezione escursioni con tre nuovi percorsi, indicati per coloro che non vogliono cimentarsi in percorsi troppo impegnativi ma vogliono comunque ammirare dei posti incantevoli senza fare tante ore di cammino. Per visitare questa spedie di Tour Virtuali andate nella sezione Escursioni della nostra homepage e scelte il percorso che più vi affascina.

 


 

Martedì 21 Agosto - La redazione di www.valleantrona.com

L'ESTATE STA FINENDO

 

 

 

Sta finendo il mese di Agosto e l’estate sta per concludersi, noi della redazione vogliamo ringraziare in particolar modo tutti coloro che grazie a questo sito hanno scoperto che esiste anche questo angolo di territorio Ossolano e visto la mail che ci avete inviato siete veramente in tanti.
Siamo contenti di aver portato nel mondo la Valle Antrona, di essere vicini alle persone che sono lontane da questo territorio per motivi di lavoro o di salute e siamo felici che, magari anche per solo pochi minuti, riusciamo a tenergli compagnia e riportare nelle loro menti lontani ricordi.
Ci fa immenso piacere che tornate a farci visita e siete Voi lo stimolo per tenere sempre aggiornato questo sito.
Non ci resta che augurarVi un buon rientro dalle ferie, un buon proseguimento di lavoro e un arrivederci a presto. 
Grazie di cuore dalla nostra  redazione.

 


 

Venerdì 13 luglio 2007 - VCO Azzurra TV

LETTERALTURA NELLE VALLI

 

Valle Antrona - Tradizioni in movimento

Il 14 e 15 luglio l’appuntamento è in Valle Antrona con l’Autani dei “Set Frei”: la più lunga processione delle Alpi, nata prima del 1600, che ancora oggi, ogni anno, si snoda attraverso un percorso impegnativo di circa 25 chilometri con un dislivello di 1533 metri. LetterAltura si unisce agli abitanti della vallata per ripercorrere i sentieri che la “gente di montagna” anticamente intraprendeva a fini propiziatori. Dopo un sabato all’insegna di musica e teatro, la partenza è quindi prevista all'alba della domenica mattina, per i più allenati e coraggiosi, oppure alle 9 per seguire l’Autani con un percorso alternativo.

 


 

Giovedì 12 luglio 2007 - VCO Azzurra TV

VALLE ANTRONA A PORTATA DI "MOUSE"

 

 

 

Anche la Valle Antrona ha fatto il proprio ingresso ufficiale nel mondo degli internauti con il sito www.valleantrona.com. Uno strumento di comunicazione fondamentale per divulgare nel mondo la conoscenza di una valle che mantiene intatto il fascino di una natura tutta da scoprire.

Anche la Valle Antrona può vantarsi di avere un sito internet dinamico, di estrema importanza per tutti coloro che già conoscono questa meravigliosa Valle e per chi ancora non la conosce, un mezzo fondamentale per uscire dalla valle e far conoscere il patrimonio in un tutto il mondo. Infatti, è nato il primo sito esclusivo sulla VALLE ANTRONA dal suo dominio www.valleantrona.com, promosso e sponsorizzato da VILLAEGLE (www.villaegle.it) senza alcun onere da parte di nessuna amministrazione. Il sito è stato realizzato su una piattaforma semplice, comoda e intuitiva anche per chi per la prima volta accede ad internet. Dall’ home page l’utente può consultare rapidamente qualsiasi informazione senza perdersi, come a volte succede su alcuni siti. Quind.i comodamente da casa e con un semplice click, può tenersi aggiornato sulle manifestazioni, condizioni meteo, news aggiornate, storia, cultura, artisti, escursioni, un album fotografico di oltre 3000 fotografie e molte altre cose utili. Lo scopo è quello di promuovere questa meravigliosa valle in tutto il mondo, tanto che sono state siglate importanti collaborazioni con siti di livello nazionale ed internazionale. Ora, non resta che promuoverne l’esistenza in modo che gli accessi degli inernauti si facciano sempre più consistenti alla scoperta di luoghi dalla suggestione naturale ancora selvaggia.Il sito festeggia oggi i suoi primi 2000 accessi a distanza di soli tre mesi dalla nascita e quando avrà raggiunto pieno regime, si pensa che avrà oltre 10000 accessi all’anno. E’ sicuramente un esempio concreto di promozione turistica che porterà l’immagine della Valle Antrona in tutto il mondo. Infatti grazie ad un programma di statistica professionale legato al sito possiamo affermare che molti sono gli utenti che entrano a visitare il sito e anche da diversi paesi di provenienza (Francia, Svizzera, Germania, America, Austria, e addirittura dai paesi Arabi).I primi riscontri, sull’importanza che la Valle Antrona sia finalmente nel mondo (online), grazie al sito www.valleantrona.com , si avvertiranno quest’estate con un flusso turistico sicuramente in aumento rispetto gli anni passati, grazie proprio ai numerosi click che hanno stimolato la curiosità di quanti vorranno vedere la Valle Introna “live”.

 


 

Venerdì 06 luglio 2007 - VCO Azzurra TV

VALLE ANTRONA: UN WEEKEND DI APPUNTAMENTI

Fine settimana intenso in Valle Antrona con la manifestazione che sabato e domenica si terrà a Viganella. Domani inaugurazione di una mostra fotografica a Casa Vanni, alle 21 sfilata di moda sulle figure storiche che hanno percorso la strada antronesca. Un carnet da tutto esaurito anche per domenica.

Fine settimana particolarmente intenso in Valle Antrona con la manifestazione che sabato e domenica si terrà a Viganella. Domani inaugurazione di una mostra fotografica a Casa Vanni, alle 21 sfilata di moda sulle figure storiche che hanno percorso la strada antronesca. Domenica mattina possibilità di sentire scorrere nelle vene una dose di adrenalina partecipando a una dimostrazione di canyoing. Alle 17 concerto della Banda della Filarmonica di Villa e di Ceppo Morelli. Per i più atletici e mattinieri incontro alle 6 nel piazzale di Antrona Piana per l’escursione a Saas Almagel

 

 

 

Lug.Ago.Set. 2007
 

Alberghi / Ristoranti

Partner

Banner
Banner
Banner
Banner

Cerca nel sito

Sondaggio del sito

Dai un voto al nostro sito ?
 

Utenti dal 03.2007

Main page Contacts Search Contacts Search