Immagini della Valle

Copyright

Copyright © 2007 - | www.valleantrona.com
W W W . V A L L E A N T R O N A . C O M
EnglishItalianSpanishFrenchGermanJapanese

AFFILIATI VALLEANTRONA.COM


 
Ospitalità nel Parco Naturale della Valle Antrona
Apr.Mag.Giu. 2007 PDF Stampa E-mail
Notizie della Valle - Anno 2007
Indice
Apr.Mag.Giu. 2007
Pagina 2
Pagina 3
Pagina 4
Pagina 5
Pagina 6
Pagina 7
Pagina 8
Pagina 9
Tutte le pagine
Domenica 18 Giugno "LA STAMPA"
 
L’AMICO STAVA USANDO LA SUA ARMA
 
 

 

 

 

 

Ucciso dal fucile che esplode


NOVARA

Incredibile tragedia ieri al poligono di tiro di via Curtatone a Novara dove un cacciatore di 52 anni, Claudio Ricchi, è morto dissanguato per l’esplosione del fucile. Fucile che era il suo, ma imbracciato dall’amico, che stava provando l’arma. Premuto il grilletto, la canna è esplosa e ha tranciato la giugulare dell’uomo che assisteva a fianco. Questa la prima ricostruzione dei fatti eseguita dalla polizia scientifica intervenuta per i rilievi. Tutto è accaduto verso le 15: tre amici, tra cui il Ricchi, si recano al poligono di viale Curtatone per prepararsi a una battuta di caccia. Sistematosi in postazione, però, l’ossolano non riusciva a prendere il bersaglio. Stando al racconto dei testimoni, avrebbe quindi inserito nel suo fucile, una doppietta sovrapposta, un collimatore, ossia un puntatore laser. Ma il puntino rosso di giorno non è visibile e Ricchi continuava a lamentarsi di non riuscire a vedere il bersaglio. E’ intervenuto l’amico, M.R. di Mortara, che a sua volta ha imbracciato il fucile puntandolo verso i bersagli, ma mai avrebbe immaginato che la canna era ostruita dal collimatore. Premuto il grilletto, il fucile è esploso e parte della canna si è conficcata nella gola del malcapitato Ricchi, che si trovava a fianco dell’amico. Ricchi è crollato al suolo in una pozza di sangue. Lo hanno soccorso gli stessi compagni ma non c’è stato niente da fare, è morto in pochi istanti, dissanguato. M.R. è stato accompagnato all’ospedale in stato di choc. Gli agenti della Scientifica hanno eseguito i rilievi ed è stata aperta un’indagine. Claudio Ricchi era nativo di Montescheno, in valle Antrona, dove ancora risiedono gli altri fratelli: Ennio (ex presidente della Provincia di Novara), Dario (Presidente della Comunità Montana Valle Antrona), Pierandrea, Silvano e Marino. Claudio Ricchi lavorava in una cava di Premia ed era un appassionato cacciatore.


 

Alberghi / Ristoranti

Partner

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner

Cerca nel sito

Sondaggio del sito

Dai un voto al nostro sito ?
 

Utenti dal 03.2007

Main page Contacts Search Contacts Search