Immagini della Valle

Copyright

Copyright © 2007 - | www.valleantrona.com
W W W . V A L L E A N T R O N A . C O M
EnglishItalianSpanishFrenchGermanJapanese
Strano ritrovamento in Valle Antrona, si tratta di un fungo molto particolare PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   
Martedì 14 Agosto 2018 21:18

Strano ritrovamento in Valle Antrona, si tratta di un fungo molto particolare

Foto di Giani Lara scattata lo scorso anno nei boschi della Valle Antrona

Trovato in Valle Antrona già lo scorso anno e anche quest'anno lo strano fungo ha fatto una sua apparizione nei boschi della valle.

Diamo una spiegazione su questa strana specie di fungo.

Clathrus archeri ovvero fungo tentacolo, comunemente conosciuto come “Octopus Stinkhorn” (“fungo polpo”) o "devil's fingers” (“dita del diavolo"), è un fungo saprofita parente del fungo lanterna. Questa specie è originaria dell'Australia ed è stato accidentalmente introdotto in Nord America, Asia ed Europa alla fine del 1800, attraverso un sacco di lana, destinato per le filature d'Europa.

È stato scoperto in Francia nel 1918 nei pressi di una base militare che era stata occupata dalle truppe australiane durante la prima guerra mondiale. Le sue spore, molto piccole ma resistenti, sopravvissero all'immenso tragitto, trovando un nuovo habitat in cui prosperare. Il primo esemplare di Clatrhus archeri nelle Americhe è stato osservato nel 1980. Allo stesso modo dell'Europa, si ritiene che il fungo sia stato introdotto nel terreno di piante esotiche importate negli Stati Uniti. Il “fungo polpo” è da considerare una specie alloctona che non minaccia però la biodiversità locale. Il giovane fungo si sviluppa da una struttura a forma di uovo parzialmente interrata, da cui fuoriescono da 4 a 7 “braccia”, inizialmente erette e unite all’apice. Le “braccia” si aprono successivamente mostrando la parte interna rosa-rossastra, ricoperta da una mucillaggine verdastra contenente le spore, la gleba. A maturità il fungo emana un odore simile alla carne putrida per attirare le mosche che contribuiscono alla diffusione delle spore.

È a questo particolare punto del ciclo di vita che si deve anche la sua denominazione popolare nel Regno Unito, ovvero "dita del diavolo", anche se ai più ricorderanno forse le sembianze un polpo. Sembra quasi che questa creatura stia cercando di venir fuori dalla terra, agitando i suoi tentacoli in un disperato tentativo di trovare la libertà. Eppure, appena poche ore dopo, il fungo comincerà a disintegrarsi.

Foto di Chiara Aldizio scattata nel mese di agosto 2018

Strano ritrovamento in Valle Antrona, si tratta di un fungo molto particolare
 

Alberghi / Ristoranti

Partner

Banner
Banner
Banner
Banner

Cerca nel sito

Sondaggio del sito

Dai un voto al nostro sito ?
 

Utenti dal 03.2007

Main page Contacts Search Contacts Search